News

Pubblicazione progetto ampliamento stabilimento enologico con EdoardoMilesi&archos sul magazine AREA: Sui colli di Montalcino la nuova Cantina Cupano

leggi l’articolo


Nel luglio 2022 ho preso parte all’After the damages Academy , un corso intensivo di alta formazione che mette in luce esperienze, progressi e proposte utili nella gestione del post-disastro, tema assai attuale nella nostra contemporaneità.

leggi l’articolo


nasce Oonidea!

“Oonidea – design your identity” è un nuovo e ambizioso progetto di archicoaching nato dall’incontro con Giulia Achler, coach dello sviluppo personale.

scopri di più


menzione d’onore premio internazionale domus restauro e conservazione fassa bortolo

Menzione d’onore della giuria del Premio DOMUS Restauro e Conservazione Fassa Bortolo VIII Edizione 2021 al progetto di restauro del complesso monumentale dell’ex Casa Canonica e Pieve di San Giusto a Balli, Sovicille (SI) dello studio Edoardo Milesi & Archos con Giulia Anna Milesi e Giacomo Massoni.

leggi l’articolo


post meno recenti

qualcosa è cambiato

dal 2020, seppur sempre occupandomi di progettazione architettonica a 360°, ho deciso di favorire quei progetti caratterizzati da budget limitati e utopie realizzabili.

Sostengo che il lusso sia prima di tutto un’emozione, su misura, e pertanto chiunque può e deve avervi accesso. Esso è contenuto nel sogno che si insegue, nella voglia di appropriarsene.
Il lavoro dell’architetto, seppur ancora ritenuto una superfluità, è dare vita a quel desiderio, è la capacità di riconoscerlo, nel rispetto delle economie, ma anche delle visioni del committente; trasformando le ambizioni in realtà senza perdere mai l’obiettivo.
Il progetto architettonico si fonda su dettami complessi, risultato di studi, passioni, esperienze, in-esperienze, curiosità, capacità critica, spirito di osservazione e sensibilità personali.
Tutte peculiarità essenziali ancor più quando le somme a disposizione sono limitate.

La pandemia e la crisi globale hanno scatenato riflessioni che investono pienamente i fondamenti dell’architettura, indirizzandomi ancor più verso un’architettura impegnata e contemporanea accettando la sfida che la nostra nuova generazione di architetti deve riconoscere.